Superior Interiors, il magazine sull’interior design di lusso

Superior Interiors

Superior Interiors, il magazine sull’interior design di lusso, è un progetto editoriale da tenere d’occhio.

Tre anni fa abbiamo assistito al lancio dell’edizione italiana di How To Spend It, magazine dedicato al lifestyle curato da Il Sole 24 Ore e nato dalla partnership con il Financial Times.

Anche nel corso di quest’anno la fortunata e rinnovata partnership ha dato i suoi frutti visto è arrivata anche la versione made in Italy di Superior Interiors, magazine edizione curata sempre dallo stesso team editoriale.

La struttura di Superior Interiors rispecchia le stesse caratteristiche di How To Spend It:

  • il grande formato
  • la formula dei “due giornali in uno”, uno bello da guardare e l’altro ricco da leggere
  • l’autorialità che investe sia la dimensione fotografica che quella narrativa
  • l’impronta fortemente “esperienziale”: la lettura non è mai contemplativa, ma implica sempre un invito ad agire (dove comprare un oggetto, come incontrare i designer, chi chiamare per avere informazioni su un brand).

Superior Interiors ha un’uscita semestrale (aprile e novembre) e per gli addetti ai lavori (architetti, designers, arredatori o semplici appassionati) è un appuntamento davvero immancabile.

Nel primo numero, uscito in concomitanza con la Design Week Milanese, la parola d’ordine è stata SPERIMENTAZIONE TRASVERSALE. I tanti e nuovi percorsi del design hanno invaso i più svariati ambiti di applicazione. Qualche esempio?

  • Nautica: un design che sfida le leggi della fisica con navi a forma di piramidi, imbarcazioni trasparenti e terrazze che si sollevano sull’acqua.
  • Alta cucina: la disposizione degli ingredienti, che diventano componenti di un rigoroso disegno geometrico, e la presentazione artistica delle portate, diventano ambiti in cui il design apre nuove strade e mestieri (plating designer).
  • Moda: identificazione di pezzi unici in casa come nel guardaroba.
  • Beauty: davanti allo specchio si cercano le giuste prospettive e si sperimentano giochi di luci e ombre che ridisegnano l’ovale.
  • Home: oggetti come i televisori spariscono fondendosi con i muri e wallpaper, magari riproponendo lo stesso disegno della carta da parati.

E allora non resta che aspettare il prossimo numero di Superior Interiors per scoprire quali altri progetti futuristici stanno prendendo forma mentre noi scriviamo.

Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Leave a comment